Situazione sanitaria

Si consiglia di consumare solo acqua in bottiglie o acqua corrente facendola bollire per almeno 15 minuti. Il rischio malaria è presente solo in alcuni villaggi della valle dell’Ararat nei mesi più caldi (da giugno a settembre), ma non c’è rischio nelle zone turistiche. Le vaccinazioni consigliate sono l’antidifterica, l’antiepatite A e B, l’antitetanica, l’antitifica e l’anti-rabbica per cacciatori, zoologi, veterinari e persone che saranno a contatto con animali. Per avere tutte le indicazioni necessarie è necessario rivolgersi al Servizio di Medicina dei Viaggi della vostra ASL almeno 15 giorni prima della partenza. È opportuno stipulare una copertura assicurativa sanitaria internazionale che comprenda l’eventuale rimpatrio sanitario del paziente o il trasferimento in un altro Paese.